Grande Racconto Anulare - Volere è podere

Data: 25/07/2013

GRANDE RACCONTO ANULARE - VOLERE è PODERE

Incontro Lino al cancello del podere, lento, magro, bello, elegante. D’altri tempi. “Alla fine dei ‘60 avevamo un ape e un banco al mercato, ed era molto”. Intorno campagna. Poi la trasformazione, improvvisa e travolgente. Le case vengono su di notte. Strade fogne, scuole, elettricità e acqua arrivano molti anni dopo. “Mezza famiglia è emigrata in Australia e mancavano i soldi per i mattoni. Così non abbiamo costruito. Ora il nostro è l’unico verde a Torre Maura”. Un uliveto prigioniero della città spontanea. Lino coltiva, e sogna un agriturismo biologico, “qui tutti hanno avuto il condono, noi la beffa di un vincolo a verde pubblico, mazziati per non aver commesso abusi. Combattiamo da più di 30 anni contro l’esproprio. Ma non molliamo”.

» Introduzione
» La casa di Little Tony
» I pastori
» Harvey Keitel
» La pop morte
» Il Mekong
» Volere è podere
» Planano porchette